Filettino e il Sentiero

 

La domanda che ognuno si stará ponendo leggendo questa pagina sará sicuramente la seguente: "Perché Filettino ha intitolato un Sentiero al grande Sommo Pontefice e prossimo Santo Giovanni Paolo II?". La risposta è semplicissima: Perché il Papa è stato un GRANDE AMANTE DELLA MONTAGNA, delle nostre bellissime montagne. E' acclarato che Giovanni Paolo II abbia conosciuto il territorio di Filettino. Si parla del Pratiglio di S. Onofrio, si racconta dell'atterraggio dell'elicottero bianco un lunedì mattina a Campo del Ceraso quando un tartufaio venne invitato a richiamare i propri cani e vide di li a poco il Santo Padre seduto su una semplice seggiola all'ombra ed al fresco del bosco (giá era malato); si susseguono numerose voci sul fatto che tra i tanti itinerari montani dell'Appennino Centrale, uno dei preferiti fosse proprio nel nostro comune di Filettino, ovvero il Sentiero che da Serra S. Antonio attraversa la localitá Moscosa e giunge fino alla Madonnina del Belvedere ai confini con l'Abruzzo e con il comune di Civitella Roveto (AQ). Ecco quindi che abbiamo deciso di intitolare questo percorso, facile e semplice da percorrere a chi, per decine e decine di volte, ha scelto di percorrerlo a piedi...

Siamo a fine luglio 2010, erano un paio di giorni circa che il Santo Corpo di San Bernardino da Siena era arrivato trionfalmente a Filettino, dopo oltre 500 anni, ed era stato trasportato in paese con l'elicottero del Corpo Forestale dello Stato; una peregrinatio nel paese che lo venera come Santo Protettore dal 19 maggio 1486; è stato un evento GRANDIOSO. Tutti i maggiori giornali, RAI 1, altre testate giornalistiche e televisive, misero in primo piano la notizia della temporanea traslazione del Santo a Filettino, visto che anch'egli era stato sfollato dalla cittá de L'Aquila, dove nel 2009 era avvenuto il disastroso terremoto.
Il Cardinale Giá Primate della Chiesa di Spagna, e Prefetto della Congregazione Vaticana per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, accoglieva a Fiettino, l'arrivo trionfale del Santo. Tutti ricorderanno l'apertura di un corridoio di cielo azzurro nel cielo del nostro paese al passaggio dell'aeromobile durante un violento temporale il 25 luglio 2010. Tra le altre Autoritá ecclesiastiche intervenute nei 20 giorni di permanenza del Santo in paese ricordiamo l'arrivo a Filettino del Patriarca Emerito di Gerusalemme, giunto direttamente da Israele a Filettino, il Cardinale Em. Arcivescovo di Firenze Silvano Piovanelli, il nostro Vescovo Diocesano Mons. Lorenzo LOPPA, il Sottosegretario CEI Mons. Domenico Pompili, il Prefetto Vaticano della Congregazione per la Famiglia S. E. Mons. Vincenzo Paglia e tante altre Autoritá civili, militari e religiose.

 

Proprio durante la permanenza di San Bernardino a Filettino che, il 27 luglio 2010, Paolo Ottaviani (segretario del Consiglio Pastorale parrocchiale di Filettino) e Padre Quirinio SALOMONE ofm, che è stata la persona che si è occupata direttamente della peregrinatio del Santo, si trovavano a percorrere il Sentiero di Moscosa quando ebbero un incontro insolito. Insolito perché anche l'orario era insolito. Alle ore 07,30 del mattino, qualcuno scendeva a piedi dal Belvedere e proprio sotto il faggio che si trova nei pressi del Fontanile di Moscosa, ovvero dove finisce la strada sterrata, incontravano 2 persone che per motivi di privacy hanno richiesto di restare anonime. Un altissimo Prelato Vaticano ed il suo segretario. Riconosciuti subito a vista, anche se in abiti borghesi, ci raccontavano che erano stati a visitare in paese (in incongnito) il Corpo di San Bernardino da Siena e che avevano profittato della circostanza e quindi di buon mattino per: "RIPERCORRERE IL SENTIERO TANTO CARO AL VENERABILE GIOVANNI PAOLO II", per noi, questa è stata la testimonianza oggettiva delle tante volte che il Papa polacco è stato a Filettino. Ci risulta peraltro che il Papa sia stato quasi una volta l'anno sulle montagne di Filettino, perché in tanti anni non era stato mai "disturbato". Si dice che avremmo dovuto mettere circa una venticinquina di stele a ricordo delle Sue visite su queste montagne...

Il 20 luglio 2013, a ricordo ed a testimonianza dell'AMORE PER LA MONTAGNA e per il NOSTRO TERRITORIO, alla presenza dello storico Parroco di Filettino: Mons. Alessandro De Sanctis, che guida ininterrottamente la Parrocchia di Filettino dal 1942, del Sindaco di Filettino Dr. De Meis, di una quindicina di sindaci della Valle Roveto (Abruzzo) e del Nord Ciociaria, del segretario del giá Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, di Autoritá Giudiziarie, della Forestale di Filettino, dei Carabinieri e della Protezione Civile del paese, di tutte le realtá culturali e sociali di Filettino, della Banda di Civitella Roveto, della Guardia Medica e CRI di Piglio, e soprattutto di S. Em.za il Sig. Cardinale Paolo Sardi, è stato ufficialmente inaugurato nel Piazzale di Serra S. Antonio il SENTIERO GIOVANNI PAOLO II; una stele in pietra calcarea locale, diligentemente scolpita da Mario Giacomini e allocata in loco con maestria e competenza dalla famiglia Giuseppe Consalvi.

 

Il rito della benedizione della stele intitolata a Giovanni Paolo II è stato il seguente:

Salga a te la nostra lode, o Padre
Tu che nella Provvidenza guidi ad un fine di bontá e di grazia
le fatiche ed i progetti umani, dá sollievo al corpo ed allo spirito
e aiutaci a disporre con saggezza del nostro tempo libero.
Ascolta, Signore, la nostra fiduciosa preghiera,
perché questa stele posta dalla Parrocchia di Filettino, a ricordo del
Sommo Pontefice Giovanni Paolo II - grande amante della montagna -
a cui oggi questa Comunitá intitola questo sentiero natura, accresca l'amore
dello Spirito Santo, fiduciosi che quanti si incammineranno in questo ameno percorso,
possano ottenere come premio la serenitá dell'anima.
Fa che tutti gli amanti della montagna, i turisti e coloro che percorreranno questo Sentiero,
sperimentino nella lealtá il valore dell'amicizia e superando ogni forma di violenza,
in comunione con Cristo, promuovano la civiltá dell'amore, per Cristo nostro Signore. Amen.

 

Diocesi Anagni-Alatri


Comune di Filettino


Comune di Piglio